PA. FORESTALE, CATTOI (M5S): RIFORMA MADIA FALLIMENTO ANNUNCIATO (DIRE) Roma, 24 giu. - "La riforma del Corpo forestale dello Stato e il suo accorpamento con l'Arma dei Carabinieri e' la cronaca di un fallimento annunciato. Noi siamo stati facili profeti: era chiaro a tutti che la scelta del governo Renzi non aveva nulla a che fare con la salvaguardia del territorio. E bene ha fatto la ministra della Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, a ribadire oggi che bisogna intervenire in tempi brevi". È risoluto il neo-deputato M5S e membro della Commissione Affari costituzionali, Maurizio Cattoi, gia' primo dirigente del Corpo Forestale e poi generale dei Carabinieri Forestali: "Metteremo subito in campo un intervento normativo per arginare i danni prodotti dalla scelta compiuta dall'ex ministra Marianna Madia: un'operazione di potere, ora al vaglio della Corte costituzionale, che ha affidato a una forza armata le funzioni civili del Corpo forestale. I risultati disastrosi di questa riforma sono sotto gli occhi di tutti, ma durante la scorsa legislatura il Movimento 5 Stelle era l'unica forza politica a denunciare quali guasti avrebbe prodotto" prosegue.     "L'enorme superficie boschiva incendiata nel 2017, le incombenze legate alla gestione della fauna e della biodiversita', oltre che del patrimonio forestale, indicano che e' necessario restituire dignita' e autonomia a un corpo specializzato che nei decenni ha rappresentato un fondamentale presidio di tutela dell'ambiente e dell'incolumita' delle persone, garantendo alle aree interne la presenza e la prossimita' necessarie a una corretta gestione del territorio". Riprende il deputato Maurizio Cattoi.
E conclude: "Non c'e' tempo da perdere: Parlamento e Governo sono gia' al lavoro per intervenire prima che si registrino ulteriori danni agli ecosistemi e nuove tragedie". (Rai/ Dire) 13:54 24-06-18