Un anno e mezzo di battaglie fatte di ricorsi, denunce, interrogazioni parlamentari iniziano a dare i frutti sperati. Praticamente da soli abbiamo mantenuta alta l’attenzione sulla questione soppressione CFS e sugli effetti nefasti che l’assorbimento avrebbe avuto sull’ambiente. Finalmente esponenti di spicco del nuovo governo e del parlamento iniziano a lanciare segnali ed a paventare una importante contro riforma.
Lavoriamo insieme, bene ed in fretta.